Picture

Intervista a Kristen Stewart durante il Comic-con

Lei è una star che in realtà non vuole esserlo. Kristen Stewart ha recitato in film indipendenti e ha interpretato ruoli con i quali si è fatta notare. Ma poi lo scorso anno è diventata una parte di Twilight, la versione cinematografica della saga vampira di Stephenie Meyers, e si è trovata catapultata al”improvviso nello star system di Hollywood. Un sogno per ogni giovane attore, ma la 19enne è ancora alle prese con la notorietà che le è  arrivata con la storia d’amore di vampiri. Durante l’intervista per la sua attuale commedia adolescenziale Adventurland, che si svolge al Four Seasons Hotel di Beverly Hills, indossa un abbigliamento da vampiro, nero dalla testa ai piedi: t-shirt, gilet, jeans e inizialmente sembra timida. Tuttavia Kristen riesce a rilassarsi un pò minuto dopo minuto.


Grazie al successo mondiale di Twilight sei tra i giovani attori più richiesti di Hollywood. Come ci si sente?

Twilight ha cambiato molto la mia vita. Il successo mi ha aperto molte opportunità e mi vengono offerti ruoli più grandi. Il riscontro dei fans è il doppio rispetto a prima e si fa fatica a passare per una città senza essere riconosciuta da qualcuno. Sono intrinsecamente piuttosto timida, pertanto non cerco le luci della ribalta. Alcune persone pensano che la mia insicurezza sia arroganza. Questo non è corretto ma ho imparato ad averci a che fare.

Ci sono voci persistenti secondo cui hai una relazione con il tuo collega di Twilight Robert Pattinson.

Stiamo bene e siamo diventati grandi amici durante le riprese. Ma accanto a Robert ho trovato anche altri nuovi amici sul set di Twilight. Un sacco di gente non capisce che le donne e gli uomini in realtà possono essere solo amici, senza avere una connessione sessuale.

Adesso sei oggetto dell’interesse pubblico, ma tu reciti fin dall’infanzia.

Si è vero. Sono stata notata da un’agente quando avevo 8 anni e ho  ottenuto i miei primi ruoli in produzioni cinematografiche Disney. Mi entusiasmava simulare altri personaggi. Credo che il mio interesse per il mondo dello spettacolo si sia sviluppato così presto perché anche entrambi i miei genitori sono coinvolti in esso. Mio padre è un produttore e mia mamma è una sceneggiatrice, un lavoro che mi piacerebbe fare.

Sembri molto matura per i tuoi 19 anni.

L’ho sentito dire molto. Quando avevo 14 anni la gente mi diceva che parlavo come una di 30. Le persone spirituali pensano che io sia un’anima antica. Certo, sono cresciuta più velocemente rispetto ad altri della mia età, perché ho lasciato la scuola al 7° grado per la mia carriera di attrice. E come bambina star sei costantemente circondata da adulti e anche questo ha un impatto.

Ci sono degli attori che ammiri?

Jodie Foster. Ho avuto una parte nel suo film ” Panic Room” che è stato un grande onore per me. Fin da allora lei è il mio modello di recitazione sotto molti aspetti. Mi piacerebbe essere come lei. Lei non è solo una grande attrice, ma si è anche fatta un nome come regista, autrice e produttrice. Ma ciò che ammiro di più è la sua capacità di difendere la sua vita privata dal pubblico.

Ma anche tu ci sei riuscita. Rispetto ad altri giovani attori non sei mai stata avvistata in discoteche famose.

Non è il mio stile. Non sono una ragazza di Hollywood. Non mi piacciono tutte queste abitudini superficiali. Trascorro il mio tempo libero con altre cose. Sono un’amante dei libri e della lettura. Un divano e un libro sono tutto ciò che mi serve. Da John Steinback a Albert Camus – leggo tutto quello che posso. Ma mi piace anche andare a cena con i miei amici o stare con la mia famiglia e organizzare serate in cui giochiamo tutti insieme.

Che mi dici dello shopping? Dove ti piace farlo?

Non lo so, compro le cose molto spontaneamente, quando le vedo durante una passeggiata in giro per la città. Non ho uno stilista che mi si adatta. Voglio essere autentica e onesta, non mi importa che etichetta ha una maglietta. Ho iniziato a creare una collezione di t-shirt  con la mia amica e co-star Nikki Reed, solo per divertimento. Non per ottenere un risultato importante.

Trovo che questa ragazza abbia in sè un vero e proprio universo che nessuno di noi riesce lontanamente ad immaginare. Ha una grande sensibilità e, a dispetto dell’opione comune che la vuole super matura, credo conservi tutta l’insicurezza e la vulnerabilità tipiche della sua età e questo a volte la fa chiudere in sè rendendola quasi ruvida. Non deve essere facile gestire una situazione come quella che sta vivendo lei attualmente e, almeno in apparenza ovviamente, sembra che ci stia riuscendo per questo va stimata.