Picture
Cosa preferisci di Chris Weitz e come la sua interpretazione dei libri è diversa da quella di Catherine Hardwicke?

La cosa che preferisco di Chris Weitz: tutto. Sembra un'esagerazione, ma è davvero straordinario. Se seguite alcune delle interviste con il cast, sentirete la stessa cosa ancora e ancora. Noi tutti adoriamo Chris Weitz. La cosa che preferisco davvero di Chris come regista, dal mio punto di vista, è la passione per essere vero e attinente rispetto alla fonte materiale. Si è davvero immerso nel mondo di Twilight e arrivava sul set con la sensazione di aver tutto nella testa. Eravamo davvero sulla stessa linea. Seconda cosa, sa ascoltare davvero bene, chiunque, sia il cast che la troupe.
Paragonando New Moon a Twilight, voglio dire che la più grande differenza dello stile è che Chris è più classico, mentre Catherine è più moderna. Non volevo che i film fossero uguali, comunque. Mi piace vedere differenti interpretazioni. Dopo tutto, due persone non vedono la stessa cosa quando leggono un romanzo. Mi piace vedere questo anche visualmente.
 

Dopo aver visto il film di Twilight, hai detto che avresti voluto pensare tu l'idea di Bella che intravede Edward mentre la stà guardando dormire e pensa che era solo un sogno. Ci sono nuovi momenti nel film di New Moon, che ti piacerebbe aver pensato?

New Moon è vicino al romanzo, quindi non ci sono molte scene che non fanno riferimento al libro. Sono un pò triste che il mio film è di azione, Crosshairs, così viene definito di solito. Mi piace il nome "film d'azione" che hanno usato per il film (non potevano usare Crosshairs perchè c'è un film intitolato Crosshairs). Mi fa ridere ogni volte che Kristen lo dice.
Inoltre (e non considero questo uno spoiler perchè l'avete visto nel trailer) c'è più azione nella sequenza di battaglia nella torre dei Volturi, questo non c'è nel libro. Inizialmente, ho mostrato un pò di resistenza verso questa idea perchè nella mia mitologia, se inizi una battaglia con i Volturi, la tua storia finisce qui. Sembrava un pò da fannulloni vedere Edward Bella e Alice massacrati a Volterra senza la scena della riunione felice (e niente Eclipse e Breaking Dawn). Ma ho lavorato con Melissa Rosenberg (la sceneggiatrice) e la Summit fino a che siamo arrivati a una soluzione che avesse senso con la storia e inoltre dava loro l'azione visuale che gli serviva. E ora che tutto questo è stato messo insieme è belissimo, lo amo e Felix ha avuto il suo momento.


Ciao Stephenie! Il Texas ti ama!! Nel rimanere fedeli al libro, mi piacerebbe sapere se ci sono delle scene tolte dalla sceneggiatura originale che tu hai insistito per mettere nel film.


Una specie. Nella sceneggiatura originale non esisteva la notte in cui Jacob va a trovare Bella in camera sua. Le informazioni necessarie c'erano già, erano solo divise in altre scene. Mi mancava davvero quella scena, ma cambiare e tagliare è una parte del processo di adattamento, specialmente quando scrivi libri davvero lunghi, quindi ero preparata a perderla. E allora Chris Weitz ha capito anche lui che quella scena serviva e ne ha scritta una bellissima versione che amo. E abbiamo vissuto felicemente da lì in poi.


Sono curiosa se ti piacerebbe oppure no scrivere la sceneggiatura per New Moon o per gli altri film. Melissa ha fatto un buon lavoro fino ad ora, ma pensi che i film sarebbero diversi se avessi dato una mano nella sceneggiatura?

Non penso di essere brava nell'adattare i miei stessi libri. Come sai, mi piace scrivere lunghe storie. Devo tagliare molto nel processo di editazione (Twilight era 10 mila parole più lungo nella bozza) e quello che c'è mi sembra tutto assolutamente vitale per me. Non posso davvero guardarlo obbiettivamente. Penso di essere migliore nell'adattazione se ho una certa distanza dal progetto. Quindi si, i film sarebbero diversi se avessi scritto la sceneggiatura, sarebbero lunghi sei ore, il che può sembrare grandioso per alcune persone, ma non sarebbero mai realizzati così.


Qual'è la tua scena preferita in New Moon?


 Non posso davvero sceglierne solo una. Amo così tante cose. La prima conversazione di Edward e Bella nel parcheggio... il quadro con i Volturi ... il monologo di Jessica... le scene nel garage di Jacob... la prima volta che appaiono i licantropi!! ...Jacob nella stanza di Bella (Grazie Chris!)... il momento sott'acqua... quello che si vede mentre la stupenda canzone di Thom Yorke è in sottofondo.... tutto quello che succede in Italia e posso andare avanti. E' tutto così perfetto.

 

Per leggere il resto delle domande cliccate su read more

 

 

So che quello che scrivi è ispirato molto dalla musica che ascolti, quindi la mia domanda è: quanta della tua musica è stato usata per la colonna sonora del film?

Non molta. Avevo una piccola lista dei desideri e ho realizzato un desiderio su quattro ed è davvero molto quando ci pensi. Il mio desiderio avverato: una canzone dei Muse. I miei desideri non realizzari: una canzone dei Blue October, una canzone dei Marjorie Fair e una canzone dei Motion City nella colonna sonora. Tutti questi artisti sono una grande parte del processo di scrittura di New Moon per me e mi sarebbe piaciuto includerli nel film, ma alla fine, la colonna sonora è veramente magnifica, quindi non ho nessun rimpianto.


Fai qualche apparizione in New Moon?


No, mi sono sentita davvero goffa nel primo film e mi sono dovuta coprire gli occhi per quella parte. Ho deciso questa volta di non fare nulla di simile e non compaio mai, quindi nessun problema!


Cosa pensi della scelta di Robert Pattinson come Edward, ad esempio, assomiglia a come ti eri immaginata Edward e raffigura le giuste emozioni?


Inizialmente, quando Gillian (il produttore) mi ha chiamato e ha detto "Stiamo andando a provinare questo ragazzo, Robert Pattinson, vai a cercarlo su Google e vedi cosa ne pensi!" la mia opinione era che Rob sarebbe stato fisicamente una buona versione di Edward. Non l'Edward che vedevo nella mia testa, ovviamente, ma una buona e interessante rappresentazione. "C'è qualcosa nel suo viso" ho pensato quando l'ho visto in Harry Potter e ho cercato le sue foto online. Se i vampiri esistessero davvero, questa è la faccia che dovreste cercare, giusto? Quindi ero felice per la scelta di Catherine Hardwicke perchè non stavamo cercando qualcuno uguale alla persona nel mio cervello.
Ho continuato con la stessa opinione per un pò. Ho incontrato Rob alcune volte e sono rimasta colpita da tutti i pensieri che stava mettendo nel personaggio (sebbene noi non siamo pienamente d'accordo su chi possiede davvero lo stato emotivo di Edward) ed ero eccitata nel vedere la sua versione di Edward. Poche settimane dopo, sono andata a Portland per vedere le riprese. E quando Catherine ha detto "azione" e Rob è entrato nel personaggio, sono rimasta a bocca aperta.
E' sufficente dire che lui ha afferrato il personaggio. Non recita una versione di Edward, lui recita Edward. C'è ancora una piccola differenza tra l'Edward di Rob e l'Edward nella mia testa, ma ci sono momenti che sembrano davvero simili. Non sono ancora sicura di come faccia, ma sono lieta che riesca a farlo. E per le emozioni, penso che ha fatto un grande lavoro.
Ovviamente, i riconoscimenti vanno anche a Kristen. Lei ha contribuito all'altra metà della stupenda carica emotiva tra Edward e Bella. Sono stata sul set per tre film e ringrazio ancora la mia buona stella ogni giorno per averla nel nostro franchise.

 

Come sei arrivata a scegliere i nomi dei personaggi di Twilight, sono scelti a caso oppure c'è una ragione dietro?

Non sono una grande maniaca delle ricerche, perchè sono sempre per creare dalla fantasia più che dalla realtà, ma i nomi sono una delle cose per cui ho fatto alcune ricerche. Ad esempio, per il nome di Jasper ho cercato le liste delle chiamate per l'esercito confederato in Texas. Sia Jasper che Whitlock erano nella lista, ma non insieme. Il nome Cullen esisteva nel diciassettesimo secolo sulle lapidi inglesi. Gli altri nomi li ho trovati grazie alla data e al luogo di lascita, ho guardato i nomi più popolari per i babini di quell'annno o i censimenti della città. Alcune cose sono più casuali, se sono davvero bloccata su un cognome, guardo l'elenco telefonico. Per Edward, volevo un nome molto romantico, ma ormai caduto in disuso (vedete: Edward Rochester, Edward Ferrars). Bella è stata la più difficile a cui trovare un nome, prechè mi serviva un nome moderno, ma niente sembrava adatto alla sua personalità. Ho provato un sacco di cose che però non erano del tutto adatte. Alla fine, mi sono arresa alla speranza di avere una figlia, le ho dato il nome che avrei voluto dare a uno dei miei bambini, se uno di loro fosse stata una femmina.

 
Molti di noi non hanno mai avuto l'opportunità di visitare il set di un film, qual'è per te la parte più affascinante della realizzazione?


La cosa più affascinante delle riprese è probabilmente l'enorme impegno che ci vuole per realizzare un film. Sono costantemente affascinata dal numero di persone, dalla grandezza dei set, dall'intricata e necessaria progettazione. E' sorprendente per me tutta la fatica e il costo necessario, sono stati fatti così tanti film. Amo la cura riservata al design del set e le cose bellissime che possono costruire (come gli interni della torre e le cime delle montagne). Amo guardare gli attori fare dozzine di cambi al minuto per ogni ripresa, quindi il regista ha un sacco di lavoro quando inizia a mettere tutto insieme. Amo quando tutto viene assemblato nel piccolo monitor, senza musica e senza editing, puoi vedere la cosa eccezionale che è appena accaduta. E' un processo davvero forte e non mi sarei mai aspettata di essere coinvolta. Ovviamente, essere sul set non è costantemente eccitante per certi versi. Ci vogliono ore per impostare l'angolo delle cineprese e durante questo tempo, è tutto praticamente morto. Nell'ultimo set, un gruppo do persone hanno imparato a lavorare a maglia. Può essere davvero lento.

 

Sono curiosa, quando pensi a Edward e Bella, o leggi e parli di loro, ricordi ancora l'immagine delle due persone che hai sognato? Oppure l'immagine dei personaggi è cambiata nel tempo, specialmente ora dopo aver visto i tuoi libri adattati a dei film?

Quando leggo i libri o penso ai personaggi in un contesto letterario, li vedo ancora come li avevo visti la prima volta. Posso vederli esattamente come erano nel primo sogno. Quando leggo la sceneggiatura del film, però vedo Kristen, Rob e Taylor.


Perchè la Volvo di Edward è diventata nera nel film di New Moon?

Non è a causa mia. Pignola come sono sulle macchine, se avessi scelto io i veicoli per il film di Twilight sarebbero stati esattamente i modelli che avevo descritto nel libro (specialmente per il Chevy del '53). Non so quali cose sono counvoilte nella scelta delle macchine - so che devono poter avere alcuni veicoli identici -posso dire che mi piace questa Volvo, la XC90, è meglio della prima usata in Twilight la C30. Riguardo al colore, è argento scuro, non nero. Mi piacciono abbastanza i cerchioni neri.

 

Cara Stephenie, ogni regista porta qualcosa di diverso al film su cui stà lavorando. Pensi che usando registi diversi per ogni film si perderà la continuità della storia?

Come ho detto prima, mi piace avere nuovi stili per ogni storia. Penso che questo rifletta, in un certo senso le milioni di differenti versioni che esistono nel mondo, una differente per ogni lettore. Per quanto riguarda la continuità, penso si percepirà bene, gli attori portano gli stessi personaggi nella nuova visione e l'ambientazione è costante.

 

Il film di New Moon avrà un sacco di scene con Edward o sarà come il libro e si sentirà la sua mancanza per una buona parte del film?

Una cosa che sentivo fortemente era che l'assenza di Edward era essenziale per fare in modo che l'atmosfera del film fosse coerente con quella del libro. La storia non funzionava senza l'assenza dell'eroe, Chris è stato capace di preservare quella sensazione e allo stesso tempo mostrare che per Bella, Edward è sempre presente. E' di più rispetto le allucinazioni uditive del libro, ora ci sono allucinazioni visive. La performance di Kristen ruota meravigliosamente attorno quell'assenza. Edward non si vede per una grande parte del film, ma allo stesso tempo è sempre presente.

 

Cosa pensi del cambiamento delle visioni di Edward da uditive a visive? Per me era una parte integrale del libro che fa aumentare il desiderio bramoso di Edward

Penso che questo cambiamento era necessario per il formato visivo e penso anche che funzioni davvero bene. Il desiderio di Edward c'è ancora. 


Cara Stephenie, mi chiedevo se tu  hai dato dei consigli agli attori per entrare meglio nei loro personaggi nel film.

Ho potuto dare a Rob la prima metà di Midnight Sun per aiutarlo a prepararsi al primo film e credo che quel libro sia principalmente una guida per Edward. Ovviamente, Kristen ha potuto vedere la prospettiva di Bella in tutti i libri. Ho discusso quasi tutti i personaggi con gli attori. Sono sempre felice di rispondere alle domande ed è divertente ascoltare alcune delle storie che hanno costruito sui personaggi. So che Edi Gathegi ha elaborato completamente la storia di Laurent nella sua testa e molti altri attori hanno fatto la stessa cosa. Mi piace che siano entrati nella parte così profondamente.


Ci sarà un film su Breaking Dawn? Se non ne sei sicura, speri che sarà realizzato un film?

A questo punto, siamo nella fase di discussione. Amerei vedere Breaking Dawn realizzato, se fosse possibile farlo bene. E' un pò più complesso degli altri.

 

Se potessi vivere davvero una scena del film, quale sarebbe?

Penso che molte scene che sono ecittanti da scrivere, da leggere o da vedere al cinema, metterebbero a disagio se vissute davvero. Quella che vorrei vivere sarebbe una scena più tranquilla. In New Moon, probabilmente una scena che sarebbe divertente vivere è il compleanno di Bella fino al taglio con la carta e la notte dopo l'Italia (anche se inizia con delle emozioni davvero dolorose). Twilight, Eclipse e Breaking Dawn hanno più momenti del tipo: "Sarebbe fico essere Bella in questa scena".


Qual'è il tuo ricordo preferito della scrittura di New Moon e delle riprese del film?

Ho un sacco di momenti preferiti per entrambi i processi. Nella scrittura, immaginare Volterra e mettere Bella in quella situazione davvero eccitante. Amo passare il tempo con il personaggio di Jacob. Tutte le interazioni con i ragazzi del branco mi fanno sorridere. La scena della riunione tra Bella e Edward è stata molto bella da scrivere.

Mentre per le riprese del film, il mio ricordo preferito non sono precisamente le mie scene preferite, perchè non hai completamente il senso della scenta fino a quando non la vedi montata. Ho amato camminare nella torre dei Volturi per la prima volta. (In aggiunta a quel momento, è stata la prima volta che ho incontrato Daniel Cudmore. Immaginatevi la scena: sono in questa enorme e bianca stanza rotonda, impaurita solo dalle dimensioni e da quanto sembrasse perfessa, quando entra dalla porta Daniel completamente vestito e truccato. Altissimo, con il vestito nero, gli occhi profondi e rossi. Totalmente perfetto e totalmente intimidatorio. Era grandioso!) Un altro ricordo molto bello è stato guardare Micheal Sheen mentre lavora. Micheal è un attore con un talento sconcertante. Era educativo solo guardarlo mentre recitava.



Mi chiedevo, nei trailer di New Moon, i lupi hanno tutti un tatuaggio sul braccio destro. Cosa significa? Non c'era nel libro, quindi non ero sicura sul significato.


Come il simbolo dei Cullen che Catherine ha inventato per il filmo film, credo che il tatuaggio è solo un segno visivo di solidarietà per il branco.

 

Pensi che Taylor Lautner ha fatto un buon lavoro nel ricreare il lato più cattivo di Jacob? Taylor sembra così dolce, specialmente nel primo film e mi piace pensare a Jake (specialmente dopo la trasformazione) come un ragazzo duro che alcune volte lascia da parte il suo lato simpatico.

Taylor vi sorprenderà. E' stupendo nella parte del ragazzino dolce, ma è ancora meglio nel licantropo arrabbiato. Il ragazzo sa recitare.

 

Volevo sapere cosa ti ha fatto scegliere l'Italia come casa per i Volturi? C'è un significato speciale riguardo l'Italia nella tua vita o è stata una scelta e caso?

Ho scelto l'Italia perchè vi serviva un posto con una storia davvero lunga. Scegliere Volterra è stata una cosa strana. Ho scritto l'intera scena dei Volturi prima di trovare una location per loro. Per la prima volta, stavo pensando di creare una città immaginaria, perchè a quel punto, ho iniziato a realizzare che le persone stavano davvero per leggere il libro e ero nervosa su cosa potessero pensare i veri cittadini di Forks e specialmente i veri abitanti di La Push, mi sono presa alcune libertà sulla loro storia e non ero sicura se lo avessero trovato divertente o irritante. Quindi, per evitare un simile momento di panico, avevo deciso di inventare un luogo per i miei antichi e regnanti vampiri. Volevo chiamare il posto "Volturin" e mi serviva che fosse in Toscana circa un ora o due distante da Firenze, avevo già scritto il viaggio dall'aeroporto. Avevo anche scritto la mia descrizione della piazza e del campanile con l'orologio e della torre dei Volturi. Così o cercato una mappa della Toscana, cercando di decidere se Alice avrebbe guidato verso nord, sud, est o ovest, e guardando in quella zona c'era una città chiamata Volterra proprio a un ora da Firenze. Così ho cercato su Google le immagini della città e la prima che ho visto è stata la torre campanaria di Volterra. Mi sono venuti i brividi. Ho chiamato mia sorella (che sapeva di già della mia città inventata "Volturin") e le ho detto di andare a vedere Voletta. Lei era eccitatissima, perchè se l'era immaginata allo stesso modo. E' stato un momento abbastanza pauroso. 

Dopo questo, ho lasciato da parte l'idea di creare una falsa città e ho sperato che alle persone di Volterra non importasse di qualche vampiro. Quando sono andata a visitare la città alcuni anni dopo, tutte le persone con cui ho parlato erano totalmente felici per i vampiri, quello che li ha preoccupati era la fontana. Loro non ne avevano una e ho pensato che la piazza fosse perfetta senza.



Dove hai preso l'ispirazione per creare Jacob Blak come un Nativo d'America? Qual'è l'intera storia alle spalle di Jacob come Indiano? Sono anche io un Nativo (Navajo) quindi mi sono incuriosito.


Ci sono state un pò di scelte casuali coinvolte con i Quileutes, ma è stato tutto riguardo la mia personale ammirazione della storia dei Nativi d'America. Ho scelto Forks per prima cosa e a quel punto il personaggio di Jacob non esisteva. Ma allo stesso tempo ho realizzato che doveva esserci un personaggio che rivelasse che Edward era un vampiro, ho scoperto l'esistenza di La Push e ho iniziato a leggere sulla storia e la cultura dei Quileute. Jacob è uscito davvero naturalmente dalle mie ricerche come una soluzione per risolvere il dilemma di Bella e anche un modo per arricchire la mitologia. Se non fossi stata sempre intrigata dalla storia dei Nativi d'America, non so se la prossimità di La Push avrebbe implicato la creazione di Jacob.



Amo la tua decisione di saltare la descrizione della prima settimana e dei mesi successivi alla rottura tra Edward e Bella, rende tutto più doloroso perchè senti davvero il distaccamento di Bella da se stessa e dal mondo. Mi chiedevo se era nel tuo intento iniziale lasciare quel vuoto oppure hai modificato la cosa successivamente? Hai iniziato scrivendo come si sentiva Bella il mattimo dopo che Sam la trova? Mi chiedo sempre se non fosse troppo difficile scriverlo per te.

Questo è come le pagine bianche sono state create: non ho mai programmato di scrivere del periodo immediatamente dopo la partenza di Bella. Originariamente, ho saltato il paragrafo del capitolo quattro ("Il tempo passa...").  Sembrava un modo troppo brusco. Sapevo di non voler esprimere a parole quei mesi, perchè le parole non sarebbero mai andate bene per l'immaginazione dei lettori, ma non ero sicura come rendere quella transizione nel modo giusto. Così inserii pagine bianche nel documento per separare Settembre da Gennaio. Questo sembrava migliore, ma il passaggio del tempo non era ancora chiaro. Ho aggiunto i nomi dei mesi all'inizio delle pagine, giocando su questo aspetto, sembravano le pagine bianche di un diario e instantaneamente mi sono sembrate adatte. Inizialmente ho provato a spigarlo al mio agente ("Cosa pensi dell'avere pagine con una sola parola Jodi?") e a lei piacque. Allora il mio editor cercò di lavorare sul formato, mettendo i nomi dei mesi al centro della pagina in maiuscolo e questo diede più impatto. Tutti lo ammammo. Quindi fu un processo non di ispirazione immediata, ma ora è una delle mie cose preferite.

 

Cosa ti ha condotto al concetto dell'imprinting, in riferimento al futuro del branco? 

L'imprinting è stato inspirato da due fonti differenti: anatroccoli e draghi. L'imprinting esiste davvero nella natura, ma tra parenti e i loro discendenti. Ho visto un documentario sugli anatroccoli che hanno l'imprinting con le loro madri e come sempre mi ha sconcertato. L'altra ispirazione è venuta dai libri sui draghi di Anne McCaffrey (se non li avete letti, fatelo subito! Iniziate con Dragonflight). Nella sua mitologia, umani e draghi sono così legati che se uno dei due muore, l'altro si suicida o diventa pazzo. Il loro amore reciproco assoluto e irrazionale non cambia o vacilla mai. Sono sempre stata affascinata da questo concetto e volevo esplorare questo cambiamento di vita e questa forzata relazione.


Mentre scrivevi i libri, sei mai stata insicura se Bella avesse scelto Edward o Jacob, oppure hai sempre saputo che sarebbe stata con Edward alla fine?

Ho scritto New Moon e Eclipse, dopo ho scritto Forever Dawn, che è un aspro abbozzo di Breaking Dawn. Quindi ho sempre saputo che il destino di Bella era con Edward e che la sua relazione con Jacob sarebbe aumentata e diventata più profonda nel corso dei romanzi, scriverla è stato alcune volte doloroso. Anche sapendo l'eventuale fine felice di Jacob, era difficile metterlo nel mezzo di tutte le delusioni amorose. Sapevo cosa sarebbe successo se Bella non fosse saltata dalla scogliera quel giorno, ma ho sempre saputo che quel finale non era il modo giusto di procedere.

 

Se Bella fosse andata al college, in futuro quale sarebbe stata la professione che avresti immaginato per lei?

Ho sempre immaginato che Bella un giorno insegnasse. Ha sempre ammirato quella parte della personalità di Renée, lei potrebbe essere matta alcune volte, ma è una grande maestra e i bambini la amano e ho visto l'amore di Bella per i libri svilupparsi in quella direzione. Lei avrebbe insegnato a studenti più vecchi. Della scuola superiore o del college. Forse lo farà ancora, nella scuola serale.


In tutta la saga, qual'è per te il momento più romantico tra Edward e Bella e perchè?

Per me, sono sempre state le ultime due pagine di Breaking Dawn. E' il culmine di tutto quello che è successo tra loro, ed è un momento così felice e gratificate per me.



Sei sorpresa dalla varietà d'età tra i tuoi lettori? Io ho 32 anni e amo assolutamente i tuoi libri e so di non essere la sola, in alcuni gruppi di discussione go trovato lettori di 30, 40 e anche 50 anni.


Ho scritto Twilght durante e per i miei 29 anni e non per un futuro pubblico giovane-adulto, sono sempre stata coscente che le donne della mia età l'avrebbero percepito allo stesso modo. Ti ritieni troppo vecchia per ricordare quando ci si innamora per la prima volta?

 

Ci sono alcune di noi, oltre i 30 anni che hanno apprezzato (a dirla tutta, siamo ossessionate) dall'intera saga di Twilight! C'è qualcosa che fai per aiutarti a evadere dalla realtà momentanea?

 Leggere è sempre stato il mio modo di evadere. Ho letto un sacco di fantasy. Mi piace passare il tempo in mondi che non esistono. Comunque, scrivere è ora il mio modo di evasione. Per me, è molto appagante e mi porta più lontano dal mondo reale della lettura.



Hai davvero un grande gusto in fatto di musica. Quale sarebbe la tua ultima canzone da karaoke?


Cambia molto. Oggi voglio cantare i Metric, probabilmente "Sick Muse" o "Front Row"


 

Se potessi scegliere, saresti un vampiro o un licantropo?


Licantropo. Mi piacerebbe cambiare la mia mente e i licantropi hanno sempre l'opzione di tornare "normali"


 

Stai scrivendo altri libri ora?

Una delle cose più strane per me sul successo è come ti porta via il tempo. Ho fatto successo perchè ho scritto libri, ma questo sucesso si prende tutto il mio tempo per scrivere! E' davvero frustrante. Mi stà venendo la voglia di tornare in un mondo fantasy propro ora, ma il mondo reale non mi vuole lasciare. Penso che questo sarà un anno di scrittura, ma a meno che non contate le e-mail come scrittura, non funziona in quel senso. Sono riuscita a fare piccole cose che vi mostrerò in seguito, un capitolo extra per la realizzazione di "The Host" come libro, quel genere di cose. Ho davvero lavorato per ripulire il mio tempo, ma è un processo lento e ancora in corso. Ovviamente, un altro aspetto è che ho bruciato negli ultimi cinque anni tutto quello che ho realizzato.


 

Sei Team Jacob o Team Edward?

Sono del tem "non devi scegliere quando si tratta di fantasia"




Hai piani per altri libri non connessi a Twilight?


Mi piace l'eventualità che The Host sia parte di una trilogia. E' uno dei miei progetti, mi piacerebbe dedicarmici il prossimo anni e più avanti.

Per rispondere alle tantissime domande su Midnight Sun:

Ho scoperto che non ci sono risposte che posso dare alle miriadi di richieste, domande e preghiere sulla fine di Midnight Sun, mi sento stupida a rispondere a tutte quelle domande. Ma è la richiesta più popolare. Non stò lavorando su Midnight Sun ora. Non ho piani su quando lo farò. Non penso che ora sarebbe il giusto tempo per realizzarlo.

Nelle vostre domande, ci sono alcune erronee conclusioni sulla situazione, cercherò di essere onesta. Per prima cosa, Midnight Sun non è finito ed è chiuso al sicuro, nell'attesa di essere fatto. Se sarà realizzato, lo metterò nelle librerie dei negozi da sola. Amerei essere capace di darlo a tutte le persone che lo stanno aspettando ansiosamente. Seconda cosa, non sono sconvolta dalla rottura del progetto. Non lo sono stata per un sacco di tempo. E' durato circa tre settimane. Terza cosa e più importante, non stò cercando di punire nessuno. Non la persona che l'ha diffuso, non le persone che hanno letto la copia illegale, nessuno. Come ho detto, mi renderebbe felice essere capace di donarlo a tutte le persone che lo vogliono.

Allora perchè l'interruzione? Perchè non è finito e giace al sicuro. Non è una cosa semplice sedere di fronte al computer e far uscire le parole, le parole devono essere nella mia testa, e proprio adesso, non ci sono. Devo essere nella giusta mentalità per scrivere una storia e tentare di forzare me stessa in quella circostanza è una perdita di tempo. Tornerò su Midnight Sun quando la storia lo richiederà. Solo perchè le persone lo vogliono così fortemente non mi rende capace di scriverlo. E' semmai l'opposto. Mi serve essere da sola con una storia da scrivere e Midnight Sun è così affollato, se capite cosa intendo.

Le persone scrivono per motivi differenti. Ho sempre scritto per rendermi felice. Se mi piace una storia e sento la creatività che aumenta, allora scrivo e scrivo molto velocemente. Se non sono così, non posso scirvere. Non sono mai stata qualcuno che scrive su richiesta e non posso immaginare di lavorare in quel modo. Sarebbe forte poter dire al mio autore preferito "Sai, mi piacerebbe davvero leggere un bellissimo libro sulla mafia dei narvali. Scrivilo per me, va bene?" o anche "Mi piacerebbe un sequel dell'ultimo libro" non è così che funziona. Funziona che il mio autore preferito scrive un nuovo libro su quello che gli interessa. Forse, ci vorrà un anno, forse ce ne vorranno cinque. Se è qualcosa che voglio leggere, lo compro o lo cerco in biblioteca. Se non c'è, trovo altro da leggere. Fine.

(Questo va sulla scrittura sui vampiri in generale. I vampiri ed io? Siamo in pausa)


Sono sicura che questo non fermerà le domande, ma non voglio pensare di aver ignorato la domanda.


Allo stesso tempo, ci sono un sacco di bei libri la fuori. Ci sono alcune raccomandazioni sul mio sito e i venditori di libri amano mostrarvi le varie opzioni. Lo stesso vale per le librerie indipendenti. Chiedete un consiglio e loro vi riempiranno le braccia con cose meravigliose!

 

Fonte